BBQ tips

Come pulire la griglia del barbecue?

Sole, caldo, qualche amico e la grigliata è servita. Ma quando la festa finisce come si pulisce la griglia del BBQ? Scopriamolo insieme.


Pulire il barbecue: la carne alla griglia senza stress

Lo sappiamo tutti, quando arriva la bella stagione la grigliata è un must per mangiare un pasto super gustoso tutti insieme. Cucinare una bella Fiorentinasalamellespiedini al barbecue è senza dubbio uno tra i metodi di cottura più amati da tutti d’estate, addirittura più sani perché buona parte dei grassi “non buoni” rimangono sulla griglia e nella brace. Ma, dopo aver passato bellissimi momenti all’ombra di una pianta, mangiando buona carne italiana in compagnia di qualche amico, ecco che arriva la nota dolente: il momento di pulire a griglia del nostro BBQ!

Eh si, purtroppo non riusciamo sempre a pulire la griglia subito dopo l’utilizzo, magari con una spazzola metallica, perché - insomma - tutti vogliono evitare di fare le pulizie mentre la carne è appena arrivata in tavola e la fame chiama; la pecca però è che poi sarà più difficile rimuovere i residui di cibo ed eventuali parti bruciate. Possiamo provare ad aiutarvi in questa impresa con qualche piccolo accorgimento e consiglio per cercare di godersi al meglio una bella grigliata in compagnia senza lo sbatti di pensare a quanto resta da pulire a fine giornata.

Soluzioni green e veloci per pulire la griglia

Metodo tutto subito: paglietta di ferro e giornali

Ovviamente, la cosa migliore da fare sarebbe pulire subito la griglia con una spazzola metallica, in modo da tirare via il “grosso” e lavarla più facilmente poi. Per poter togliere una buona parte di grasso, provate a strofinare la griglia con dei giornali ( tipo quotidiani ) o sacchetti del pane in modo che assorbano l’unto della carne prima che abbia il tempo di raffreddarsi.

Se, da veri mastri grigliatori, volete mettere via la vostra griglia in condizioni perfette, potete dare subito una pulita di fino con la paglietta di ferro - va bene quella che si usa per pulire anche le pentole - in modo da donarle una brillantezza da “appena comprata”. Ma se invece avete deciso di rimandare le pulizie a dopo la festa, o nei giorni a seguire, ecco che i prossimi consigli per pulire la griglia e il barbecue fanno al caso vostro.

Metodo green: cipolla e forchettone

Come dice il titolo: basta munirsi di una cipolla e un forchettone. Vi chiederete a cosa serve la cipolla; ecco, prima di tutto ha potenti proprietà antibatteriche che, unite al calore della griglia, riescono quindi a facilitare una perfetta pulizia del BBQ. Come fare? Prima di tutto assicurarsi che la griglia sia calda perché in questo modo i grassi iniziano sciogliersi, poi basta conficcare metà cipolla su un forchettone e strofinare su tutte le parti da pulire. Per rendere questo metodo super efficace potete spruzzare anche due elementi acidi che scioglieranno i residui in men che non si dica: aceto o limone.

Metodo green terapia d’urto: aceto e sale

Come sappiamo, l’aceto e il sale sono due sostanze green, commestibili e perfetti alleati per la pulizia di tutta la casa: si possono usare quindi senza paura sulle superfici che usiamo per cuocere la carne alla griglia. Vi basterà miscelare l’aceto con del sale fino e, se avete un sacchetto abbastanza grosso che possa contenere la griglia, lasciare tutto in ammollo in questa soluzione per una notte. La mattina seguente, prendete la griglia e pulitela con una spugna - che poi andrete a buttare - e noterete subito la facilità con cui tutto lo sporco verrà via.

Questo grazie all’aceto che sgrassa e disinfetta e al sale che ha un’azione abrasiva. Un’alternativa è quella di inzuppare una spugna solamente nell’aceto e strofinarla sulle griglie senza strizzare e senza usare il sale; se il grasso non è ostinato avrete una griglia perfetta e disinfettata.

Valido alleato: il limone

Se proprio l’odore forte dell’aceto non lo sopportate, potete pulire la griglia con un altro valido alleato in cucina: un limone tagliato a metà. Data l’acidità di questo frutto, che anch'esso viene utilizzato per molte pulizie in casa e per la cura della persona, il grasso della carne di manzo o di maiale si scioglierà facilmente e in casa avrete un ottimo profumo che contrasterà quello del grasso della carne del giorno dopo - si lo conosciamo tutti -. Potete utilizzare il metodo del limone anche quando la griglia è ancora calda, in questo caso se aggiungete alla fetta anche del sale grosso l’effetto scrub delle incrostazioni di grasso sarà assicurato, senza usare la spugna abrasiva.

Con la griglia ancora calda: bicarbonato

Il bicarbonato aiuta tantissimo in cucina e in tutta la casa, soprattutto quando abbiamo a che fare con delle griglie sporche e macchie particolarmente ostinate. Se volete pulire la griglia non appena avrete tolto la Fiorentina o una bella costata dal fuoco, vi consigliamo di spazzolare subito i residui di grasso e cospargere di bicarbonato la griglia ancora calda e adagiata sul barbecue; il calore delle brace farà reazione con il bicarbonato che ingloberà lo sporco, il grasso e resti di bruciato e cadranno direttamente nella cenere. Appena si sarà raffreddata la griglia spazzolate e date una veloce sciacquata sotto l’acqua.

Come pulire gli attrezzi del mestiere

Dopo aver capito come pulire le griglie, dobbiamo occuparci anche degli attrezzi del mestiere. Coltelli per la carne, pinze, forchettoni, palette e pennello per la marinatura sono i fantastici 5 della una grigliata perfetta. Come si puliscono? Mentre state cucinando è buona norma adagiarli sempre su fogli di giornale o sacchetti per il pane, in modo che il grasso si assorba e che non sporchiamo altre superfici. Appena avrete finito di cucinare la vostra carne vi basterà riporli, sempre nella carta di giornale, finché gli ospiti non andranno via. Una volta finito il barbecue sarà sufficiente immergerli in acqua calda e sapone liquido per i piatti o in acqua calda e aceto. Se poi volete evitare che alcuni attrezzi arrugginiscono potete ungerli con l’olio di semi prima di riporli.