BBQ life

Beef ribs o Pork ribs? Ecco le differenze!

In fatto di grigliate serve prestare la massima attenzione. Il mastro grigliatore osserva, il commensale ringrazia


Carne 100% italiana: definizione scolastica

La cucina italiana è ricca di nomi particolari figli della tradizione locale. Per comprendere al meglio la differenza tra Beef Ribs e costine di maiale serve affidarsi ai manuali del settore e leggere la definizione scolastica. “Sia le costolette di manzo, sia le costolette di maiale sono un taglio di carne. Le prime derivano da razze bovine italiane, in particolare dalla zona zona del costato, mentre le seconde si ricavano dal maiale.”

Ecco perchè, a parità di taglio le Beef Ribs si presentano più grandi, con - all'apparenza - più carne e forse più adatte ad una giornata all you can ribs. Se il manzo è più importante in termini di volume, il suino è più saporito in termini di gusto, ecco perché la scelta diventa ardua.

Carne bovina italiana

In fatto di tagli di carne bovina italiana ideali per il BBQ serve scegliere con accuratezza. Esistono infatti, due diverse sezioni perfette per la grigliata primaverile:

  • Le costole posteriori sono più ricche di carne e si presentano più ingombranti nel piatto, perfette per cotture lunghe o in umido si adattano alla griglia grazie all’utilizzo di RUB particolari o ad una minuziosa e ben studiata marinatura.
  • Le costole corte sono più simili alle ribs di maiale, a favore hanno un costo più ridotto, di contro una carne buona ma non buonissima.

Carne di maiale: le costine

L’America - in particolare il sud degli Stati Uniti - rappresenta la patria indiscussa delle ribs - o costine - e della cottura al BBQ. Oltreoceano, infatti esiste una vera e propria cottura che spazia in sezioni particolari dei tagli di carne suina sino a particolari metodi di marinatura e cottura. Insomma, attenzione ad aggiungere ingredienti fantasiosi perché là, si rischia la scomunica!

Le costine di maiale sono dunque, un semplicismo per definire diverse parti del taglio suino che si prestano alla perfezione a riempire la tavola di una grigliata primaverile. Il sapore completo e gustoso si amplifica grazie all’aggiunta di spezie e profumi oppure seguendo alla lettera le diverse ricette dettate dai mastri grigliatori: una su tutte è la reazione di Maillard, nota a molti, risultato di pochi.


Le principali differenze tra Beef Ribs e Pork ribs

Beef Ribs

  • Definizione: le beef ribs sono ricavate dal manzo
  • Genere: grandi e impegnative da cucinare
  • Cottura in umido: più impegnativa per un risultato omogeneo
  • Tipi di ribs: corte o posteriori
  • Struttura: Le costole posteriori sono sceniche e perfette per la griglia. Hanno un gusto semplice e delicato

Pork Ribs

  • Definizione: le pork ribs sono ricavate dal suino
  • Genere: piccole e facili da cucinare
  • Cottura in umido: veloce e adattabile
  • Tipi di ribs: Baby ribs (vicine alla spina dorsale) e Spare Ribs (vicine allo sterno)
  • Struttura: Saporite e perfette sia per la griglia, sia per la cottura in umido. Hanno un gusto completo e armonioso

Oltre le Beef ribs, ecco le Pork ribs

Se le costine di razze bovine da carne italiana sono un taglio semplice e adatto a diversi tipi di cottura, diverso è il discorso per le costine di maiale. Le pork ribs infatti, rispondono a diverse tipologie di taglio, per noi italiani sono un qualcosa di generico, a noi infatti piace riempire la griglia con diverse soluzioni senza concentrarci su di un taglio preciso e preferendo la qualità della carne biologica italiana. Tuttavia, è possibile replicare la passione del BBQ utilizzando tagli di carne bovina italiana unita alla carne suina. Carne Genuina propone una soluzione pronta all’uso capace di soddisfare tutti i commensali: la nuova BBQ Box contiene diverse soluzioni ed è la base perfetta per le prime grigliate di primavera!

Un RUB per ogni soluzione

La crosticina saporita, quel profumo inebriante che invade lo spazio della veranda dove una tavola imbandita accoglie beef ribs, costine e pulled pork. Quella crosticina scura a tratti cristallina, invitante come non mai, che permette al sale grosso di adagiarsi senza sciogliersi. Insomma, la cottura perfetta per le ribs al BBQ esiste, e - parte - del merito è da assegnare senza ripensamenti ai RUB. I RUB sono mix di spezie sapientemente curati capaci di dare carattere al taglio di carne, aggiungere ed equilibrare, incrementare e accentuare, definire e allineare.

Carne Genuina sceglie di proporre i RUB più amati, e altri meno noti, perfetti per sfoderare il colpo da maestro ed essere ripagati da un'ondata di applausi dopo aver speso tempo ed energie davanti alla griglia. Per creare una cornice perfetta serve aggiungere una birretta da bere tra una griglia e l’altra, così giusto per recuperare le forze.


Mezzi e attrezzi per cucinare le Ribs

Il primo passo per portare in tavola pietanze eccellenti è avere la certezza della provenienza. Il fatto di carne 100% italiana, sono moltissime le macellerie online che propongono carne online e, una volta verificata la fonte serve fare il secondo passo. Se per una portata di Beef Ribs che si rispetti servono materie prime di alta qualità, allo stesso modo serve affidarsi ad allevamenti che scelgono di adattare i metodi tradizionali mantenendo intatto il benessere animale.

Oltre alla tipologia di crescita infatti, anche l’alimentazione contribuisce alla crescita e sviluppo di determinate caratteristiche come la marezzatura della carne e l’equilibrio tra grasso e ciccia. Scelta la carne e definiti i tagli preferiti ecco che sorge il dubbio: quale griglia è la migliore? Ovviamente serve mettere in discussione le proprie capacità e la voglia di fare esperienza in questo metodo di cottura, facile all’apparenza, complicato talvolta nella gestione. Esiste solo una regola: iniziare!