Con salsa pugliese

Arrosto croccante

L’arrosto è un taglio di carne che si presta a moltissime varianti: fantasia, inventiva e un pizzico di accostamenti azzardati



Fantasia, inventiva, e un pizzico di accostamenti azzardati - ma solo all’apparenza. L’arrosto è un taglio di carne che si presta a moltissime varianti. Ognuna di esse riesce a soddisfare il palato di tutti, per non smettere di stupire basta poco, ecco un’idea originale!


Accompagnare l’arrosto


Le salse per accompagnare l’arrosto rappresentano il tocco in più capace di regalare originalità e colore al piatto. Dolce, salata, agrodolce, delicata e consistente. Le caratteristiche della salsa per arrosto spaziano su ogni fronte e su ogni sapore.

Tuttavia, scegliere una via di mezzo, è la soluzione più saggia che allieta e soddisfa tutti senza musi lunghi o la simpaticissima frase dei più piccoli: "Io questo non lo mangio!".

L’impiattamento gioca un ruolo fondamentale e aiuta ad appagare prima la vista, per poi esplodere con un sapore sublime e straordinario. La salsa per accompagnare l’arrosto che troverai nella ricetta è la salsa pugliese, classica e sempre moderna, si presta a decorazioni e al tempo stesso, aiuta ad aggiungere un tocco di sapore senza stravolgere il gusto del piatto.

Ingredienti

  • 1 arrosto Bovì
  • 2 mele rosse - come quelle di Biancaneve
  • 10 noci
  • 200 g di farina gialla
  • 100 g di granella di pistacchio al naturale
  • 2 uova
  • olio extra vergine d’oliva
  • sale e pepe
  • 2 quadri di cioccolato extra fondente grattugiato

Per la salsa pugliese

  • 1 tuorlo d’uovo
  • prezzemolo
  • un paio di cucchiai di olio extra vergine d’oliva
  • mollica di pane
  • mezzo bicchiere di aceto di mele
  • qualche acciuga salata - meglio se sott’olio
  • sale
  • aglio (facoltativo)

Procedimento

La ricetta inizia con la preparazione della salsa pugliese.

Fate bollire l’uovo ed estraete il tuorlo. Nel frattempo, mettete a bagno la mollica di pane in una casseruola con dell’acqua, dovrà essere ben inzuppata. In un mixer tritate finemente e miscelate l’aglio, il prezzemolo, il tuorlo d’uovo bollito, le acciughe.

Strizzate la mollica di pane e aggiungetela al composto. Aggiungete l’olio extra vergine d’oliva così da creare un composto omogeneo, legato e senza grumi. Ora, lasciate riposare in frigorifero in un contenitore ermetico per due giorni, così da permette ai differenti ingredienti di legarsi tra loro.

Il momento dell’arrosto!

Togliete dal frigorifero l’arrosto e lasciato riposare a temperatura ambiente, così da evitare uno shock termico in fase di cottura. Aiutandovi con una padella con i bordi alti, fate scottare l’arrosto in tutti i lati, quando sarà dorato, toglietelo dal fuoco e lasciatelo raffreddare.

Nel frattempo dedicatevi all’impanatura, così da creare un involucro croccante che assomigli ad una cornice barocca. Mettete sul fuoco una padella con dell’olio, e mentre arriva a temperatura, utilizzando due piatti fondi, riempiteli uno con la farina gialla e l’altro con l’uovo sbattuto, sale e pepe. Passate l’arrosto prima nell’uovo e poi nella farina e mettete sul fuoco.

Bastano un paio di minuti, quando si sarà creata la crosticina, togliete dal fuoco. Dedicatevi alle mele: sbucciatele e tagliate a fiammifero. In una ciotola conditele con sale, un filo di olio extra vergine d’oliva, l’aceto di mele e le noci spezzettate.

Ripetete l’impanatura variando gli ingredienti: utilizzando due piatti fondi, uovo prima e granella di pistacchio, poi. Rimettete sul fuoco, avendo cura di far dorare ogni parte per almeno 8 - 10 minuti nel complesso, così da ultimare la cottura della carne e al tempo stesso far aderire gli ingredienti all’arrosto.

Al termine, tamponate l’arrosto croccante incorniciato con della carta assorbente da cucina, così da eliminare l’olio in eccesso. Aiutandovi con un tagliere ed un coltello ben affilato, procedete a tagliare l’arrosto croccante in fette di mezzo centimetro.

Riempite con la salsa pugliese un sac a poche e decorate il piatto, attenzione a non eccedere con la salsa! Spolverate i piatti con il cioccolato fondente grattuggiato, questo è il tocco da maestro!