Left Continua con gli acquisti
Il tuo ordine

Non hai nessun articolo nel carrello

Ricetta d'autore

Hamburger originale

Chiara Caprettini di NordFoodOvestEst ha scelto di aggiungere ingredienti particolari ad un alimento semplice come l’hamburger, il risultato è delizioso, capace di solleticare le papille gustative anche dei più reticenti.

Brillat-Savarin, scalogno al miele e composta di rabarbaro fanno da contorno ad una ricetta particolare che prende spunto da diversi stati europei. La cucina riesce a riappacificare gli animi e creare un punto d’unione in perfetto equilibrio. Il formaggio in Francia, il rabarbaro in Germania e la carne in Italia.

Ingredienti genuini che trovano la propria collocazione in un hamburger raffinato e semplice allo stesso tempo.

La carne di Bovì raccoglie consensi e si presenta al pubblico che predilige la tracciabilità dei prodotti e la tipologia di produzione a filiera chiusa.

Facile creare un prodotto sano con ingredienti di prima qualità!

Raccogliere prodotti sani e calibrarli a seconda del risultato che si vuole ottenere è il compito degli chef, la voglia di stravolgere le regole e aggiungere nuovi dettagli è il segreto degli appassionati di cucina che, grazie alla fantasia, riescono a creare piatti unici capaci di stupire chiunque.

Chiara Caprettini è l’esempio di come si possano accostare alimenti differenti per trasformare il piatto in qualcosa di unico. Grazie ai suoi esperimenti possiamo dilettarci in cucina scegliendo di proporre l’hamburger di Bovì e il rabarbaro, rispettando le regole dettate dalla sua ricetta, riusciremo ad ottenere un piatto stupefacente.


La ricetta e i suoi ingredienti


Iniziando dall’elenco degli ingredienti si scopre un viaggio culinario capace di toccare differenti stati europei, anche questo è uno dei magici poteri della cucina! Tuffiamoci nella preparazione, pronti per assaggiare un hamburger fuori dal comune!

Ingredienti

  • 1 panino al latte di medie dimensioni
  • 1 hamburger di manzo di Bovì
  • 50 gr di Brillat-Savarin
  • 70 gr di gambi di rabarbaro
  • mezzo scalogno
  • 1 cucchiaino di zucchero di canna grezzo
  • 1 cucchiaio di aceto balsamico (o glassa)
  • 2 cucchiaini di senape dolce
  • 1 cucchiaino di miele
  • 2 foglie di insalata verde
  • sale, pepe e aromi freschi

Le fasi della ricetta

Per prima cosa è necessario preparare la composta di rabarbaro così da lasciarla riposare e marinare. Tagliate i gambi di rabarbaro in piccoli cilindri e immergeteli in un pentolino con lo zucchero di canna e l’aceto balsamico. Lasciate sul fuoco a fiamma bassa per 8 minuti.

Nell'attesa tritate finemente lo scalogno e, utilizzando una piccola padella antiaderente, ponete sul fuoco con il miele: dovrete ottenere un composto caramellato.

Utilizzate un’altra padella antiaderente per far cuocere l'hamburger di Bovì, l'ideale è 4 minuti per lato avendo cura di girarla con delicatezza senza romperla. Così facendo otterrete una carne leggermente cotta all’interno e croccante fuori.

Spostate l'hamburger in un piatto e, utilizzando la stessa padella fate sciogliere il formaggio a fiamma bassa, aggiungete sale, pepe e aromi.

È arrivato il momento di impiattare! Tagliate il pane al latte - i più esperti lo chiamano bun - a metà e spalmate su di un lato la senape. Seguendo l'ordine aggiungete scalogno, insalata, hamburger, composta di rabarbaro e formaggio fuso. Ricoprite con l’altra metà del pane.

Il piatto è pronto per essere assaggiato. Buono da far paura!

Proprio come dice Chiara Caprettini!