Buoni motivi per

Acquistare un BBQ

Divertirsi in compagnia degli amici, dilettarsi davanti al fuoco, passare serate divertenti gustando carne alla brace succosa e appetitosa



La domanda è legittima, la risposta per niente scontata.

La preferenza di destinare parte dei fondi della famiglia verso l’acquisto di un prodotto che potrebbe tranquillamente essere sostituito da soluzioni home made molto meno costose, è una delle prospettive che si affacciano nella mente di chi, davanti ad un BBQ di tutto rispetto, sta per cadere in tentazione e optare per l’acquisto.


Anche io ho un BBQ!


Vantarsi con gli amici, dilettarsi davanti al fuoco, immaginare serate divertenti e senza una fine certa gustando carne alla brace succosa e appetitosa. È facile incontrare questi sognatori, a maggior ragione durante il periodo estivo. Gli occorrenti sono: un BBQ, un gruppo di amici pronti per la baldoria, una BBQ Box con tutto il necessario in fatto di carne.

Se per acquistare un BBQ serve tenacia - generalmente la parte più restìa è la componente femminile della famiglia - dall’altra è necessario avere doti di persuasione e dimostrare l’unicità di questo prodotto.

Replicare le capacità di cottura di un BBQ degno di tale nome, è impossibile. Sia chiaro!


Ho visto cose che voi chef...


Navigando in rete capita di imbattersi in uomini tutto fare che scelgono di ricavare un BBQ di tutto rispetto da oggetti impensabili.

Il più curioso era creato da una lastra di ferro che piegata a regola d’arte diventava una sorta di piastra su cui cuocere carne alla brace, buona sì, ma non buonissima.

Altri inventori dell’ultim’ora si sono dilettati nella creazione di un BBQ partendo da una bombola d’ossigeno. Debitamente svuotata e ripulita diventa la base perfetta per indirizzare la fiamma.

Sventrando la bombola è possibile creare una sorta di barbecue aggiungendo un semplicissimo ripiano. Idea carina, ma niente a che vedere con il "become a professionist". L’arte del BBQ è tutt’altra cosa.

Se la rete è feconda di idee particolari più o meno replicabili, altra cosa è trovare la giusta motivazione per acquistare un BBQ che risponda a determinate caratteristiche capaci di far ricredere anche il più contrario alla carne alla brace.


Le caratteristiche del BBQ


Le caratteristiche essenziali del BBQ si allontanano dall’aspetto estetico poiché l’attrezzo dev’essere funzionale ed efficace, non per forza bello. L’estetica è un'opinione personale che varia da persona a persona e rispecchia caratteristiche differente, mentre le condizioni di lavoro sono stabilite da standard misurabili e quantificabili.

Il BBQ deve permettere di ottenere un prodotto che sia al tempo stesso:

  • Affumicato
  • Succulente
  • Aromatizzato

Impossibile? No, se si utilizza un BBQ! Le tecniche per ottenere una carne con queste caratteristiche sono molteplici. Il pezzo base per ottenere un puzzle completo è utilizzare l’attrezzatura del caso partendo dal necessario:

  • Ovviamente un BBQ
  • Carne di prima qualità come la BBQ Box
  • Un forno in cui far riposare la carne
  • Pinze, spatole e pennelli

Accanto al necessario si affacciano altri elementi ed ingredienti che arricchiscono il piatto, come preparati di spezie particolari per arricchire il profumo, il sale Maldon per l’effetto gourmet, l’olio d’oliva extra vergine per una ventata genuina oppure salse o preparati capaci di ricordare sapori americani assaporati durante l’ultimo viaggio oltreoceano - anche solo dell’idea.


Il Grilling, la mia nuova passione


Affacciarsi all'arte del BBQ è una questione di gusto e voglia di sperimentare. Se vuoi trovare nuovi sapori, provare accostamenti azzardati mantenendo come base la carne succosa e affumicata allora il grilling e tutto ciò che ci sta attorno fa per te.

È necessario rispettare alcune regole basiche che formano un protocollo di approccio capace di restituire risultati strabilianti sia in termini di sapori sia in termini estetici.

Il primo mito da sfatare è la carne abbrustolita: la Smoky Beef è affumicata, non bruciata! Attenzione alla reazione di Maillard, ossia quella reazione chimica assente in natura che, offre profumazione e colorazione intense: il limite è 150°C ma, gli esperti consigliano di mantenere una temperatura da crociera attorno al 110°C così da sfruttare anche la carta umidità che contribuisce in maniera sostanziosa alla succosità del taglio di carne.

Il profumo è un altro dettaglio di massima importanza. Per ottenerlo è necessario che i succhi in eccesso contenuti all’interno della carne, durante la fase di cottura cadano sulla brace così da vaporizzarsi e incrementare la profumazione del piatto. È importante sottolineare che la scelta del legno è un fattore discriminante per la presenza di fumo. Cercate di equilibrare la fiamma e il fuoco così da non avere un'aromatizzazione eccessiva che potrebbe stonare anche per i palati più forti.

L’ultimo "mai più senza" è la preferenza di un BBQ con coperchio e griglia in ghisa. Il motivo è semplice: la ghisa è un materiale che riesce a mantenere un buon calore, mentre il coperchio contribuisce alla formazione e vaporizzazione dell’umidità, elemento quest’ultimo, indispensabile per ottenere carne morbida, succosa e saporita.

Ora non resta che affacciarsi ai punti vendita attrezzati, ordinare una BBQ Box, invitare gli amici e...dilettarsi con fuoco e fiamme!

Le regole sono chiare, manca un tocco personale dato dalla fantasia e la voglia di gustare un piatto sano, genuino e dal sapore deciso!