Cascina Aperta

Una passeggiata - breve - nella nostra filiera corta

Periodicamente apriamo l’aia della nostra azienda ai visitatori: un percorso didattico, corto come la nostra filiera.


Eventi genuini: la Cascina Aperta

Come spiegare il concetto di filiera corta alle persone che vengono a visitare la nostra Cascina (emblema della rete di allevatori che collaborano con noi)? Non siamo una fattoria didattica, ma ogni tanto ci piace offrire una dimostrazione pratica del percorso che esiste tra allevatore e consumatore e per questo periodicamente apriamo l’aia della nostra azienda ai visitatori; la mattinata può essere proposta come attività ludica per bambini a Treviglio, ma la gita piace alle persone di ogni età!

L’iniziativa si chiama Cascina Aperta e consiste in un percorso didattico, corto come la nostra filiera. Il percorso si sviluppa attraverso le fasi produttive della nostra azienda a ciclo chiuso, spiegato in 4 tappe principali.

Prima tappa: il prato della cascina

Precisamente prato stabile polifita, il percorso inizia qui, camminando sul prato verde e rigoglioso che costeggia la Cascina. Perché è così importante? Perché questo è il tipo di prato che garantisce fieno profumato e nutriente ai nostri bovini italiana per quella che si può definire una alimentazione grass fed “secca”, garantita per 365 giorni l’anno e non limitata alle stagioni più favorevoli per i pascoli. Il prato stabile polifita è un prato spontaneo, ricco di nutrienti, profumi ed erbe diverse, che crescono libere secondo i tempi di Madre Natura. In pochi passi possiamo riconoscere decine di essenze, come il trifoglio, l’erba medica, la plantago lanceolata, il tarassaco e molte altre.

Seconda tappa: il fienile

E’ qui che l’erba dei nostri prati, seccata dal sole e confezionata in balle, viene conservata durante l’anno. Non tutto il fieno è uguale e ogni balla ha la sua peculiarità, a seconda del tipo di essenza e a seconda dell’epoca di sfalcio: fieno maggengo, fieno agostano e terzuolo, detti anche primo taglio, secondo taglio e terzo taglio e così via. Ogni fieno ha caratteristiche nutrizionali diverse e per questo vanno mescolati tra loro, per comporre il foraggio quotidiano dei nostri bovini. Nel fienile spieghiamo anche la fondamentale differenza tra fieno, paglia e stocchi: il primo è un alimento, i secondi invece derivano dagli scarti delle coltivazioni e vengono usati principalmente come lettiere per le stalle, le quali vengono smaltite nel letamaio e, in inverno, ritornano ai prati sotto forma di concime.

Terza tappa: la stalla

Eccoci nel luogo dove possiamo riconoscere gli “ingredienti” appena scoperti nel fienile: il fieno nelle mangiatoie, paglia e stocchi nelle cuccette e nei recinti, per fornire comodi giacigli puliti a bovini e bovine. I protagonisti della stalla sono proprio loro: le vacche da latte e i manzi da carne dell’Az.Agricola F.lli Assanelli, tutti nati in Cascina, come una volta. Abbiamo mucche di razza Frisona, bianche e nere, specializzate nella produzione del latte e abbiamo incroci di razza Blu Belga, riconoscibili dal mantello bianco e blu, razza conosciuta anche come la “Piemontese del Belgio”. E infine le razze “vip” della nostra stalla: Angus e Wagyu allevati in Italia, nati anche loro qui in Cascina. Per i Wagyu, la stessa razza bovina della famosa carne giapponese, abbiamo una linea vacca-vitello e stiamo seguendo dal 2017 un percorso di incroci e selezione che ha portato, questa settimana, alla nascita di una vitellina Wagyu con purezza all’87,5%.

Quarta tappa: i prodotti

I prodotti finali della cascina, ovvero latte e carne. Per il primo, visitiamo la sala di mungitura, per osservare l’origine del latte: qui, il robot di mungitura Lely Astronaut pensa a tutto! Quando una mucca sente l’esigenza di farsi mungere, si avvicina al robot e un braccio meccanico pulisce le mammelle e raccoglie il latte nella cisterna: la mungitura avviene in totale autogestione!

Per la carne, visitiamo la sede della startup Carne Genuina, ovvero il luogo dal quale partono le spedizioni dei prodotti in tutta Italia: la carne 100% italiana a impatto zero derivante dai nostri bovini e gli altri prodotti delle filiere corte della nostra rete genuina.

Un occasione per respirare l’aria di cascina

Cascina Aperta permette di vivere l’esperienza autentica della filiera di un’azienda agricola a conduzione familiare, dove ogni passaggio della produzione è gestito da una persona di fiducia. Amiamo far conoscere alle persone la nostra realtà contadina, permettendo di sperimentare personalmente l’attenzione, la fatica e la cura che gli allevatori mettono nel loro lavoro, per apprezzare ancora di più il gusto e la genuinità di un prodotto di qualità, proveniente dalla filiera corta di un’azienda di fiducia: la Carne Genuina, dall’allevatore alla tua tavola, come una volta.